Back

Basket, serie B: Cecina e Piombino a caccia del bis

Condividi questo:

Dopo il successo ottenuto domenica scorsa contro la Sangiorgese, la Sintecnica Cecina di Roberto Russo torna in Piemonte per affrontare, oggi alle 18 la Langhe Roero Alba. Locali che rapresentano la sorpresa del girone, attualmente a punteggio pieno dopo 3 giornate e capaci di espugnare con doppia vittoria di una sola lunghezza il Modigliani Forum a Livorno: per info, chiedere a Libertas e Pielle rimaste scottate dal cinismo mostrato dai secondi finali dal team di coach Jacomuzzi. “Sinora, sono stati 4 i giocatori in doppia cifra media per la squadra di Jacomuzzi, Tarditi, Antonietti, Castellino e Tiberti, con il pivot pericoloso sia dai 2 punti, dove tira con il 62% che da tre punti dove finora ha il 36%. Le statistiche di squadra parlano di 69,3 ppg con un alto numero di rimbalzi complessivo, 46.7 per gara., 13 dei quali catturati in attacco, e 14 assist per gara.” racconta il pre gara preparato dalla società rossoblù sul proprio sito. La partita sarà diretta da De Bernardi e Ferrero Regis di Torino.

Sbloccata l’impasse a Varese, la Solbat Piombino torna al Palatenda per sfidare oggi (palla a due fissata per le 18) la quotata Elachem Vigevano 1955, ancora a punteggio pieno e in vetta al girone A. Gli avversari sono reduci dalla cavalcata trionfale a Borgomanero (116-81 il finale) ma Piombino ha finalmente rotto il ghiaccio dopo i ko con Empoli e Pavia e proverà a vendere cara la pelle contro il team di coach Paolo Piazza. Ex di turno, in cabina di regia è Alessandro Procacci. Una sfida tutta da vivere, anche perché grazie all’ultimo decreto governativo, la capienza al pubblico si è ampliata al al 60%. “La Elachem è una squadra con giocatori nel pieno della loro maturità. È un team ben allenato – ha commentato coach Friso – che gioca a un ritmo cadenzato e con l’ex della gara Procacci che è il loro metronomo. Le loro armi migliori? Sicuramente il tiro da tre è una delle soluzioni che prediligono di più, ma direi anche che tra le loro caratteristiche c’è quella di avere giocatori in grado di attaccare forte il canestro: penso allo stesso Procacci, ma anche al suo cambio Rossi. Dovremo stare attenti a non concedere penetrazioni facili, questo è chiaro”.