Back

Olimpiadi: l’ItalVolley di Pietrini e Fahr cede agli USA (2-3). Chelli 14° nel tiro a segno, niente finale

Condividi questo:

Nottata non troppo positiva per i nostri colori in quel di Tokyo. Partiamo dalla pallavolo dove l’ItalVolley femminile è uscita sconiftta per 2-3 contro gli Stati Uniti. Sempre titolari le due labroniche Pietrini e Fahr. Nel primo set molto bene le ragazze di Mazzanti che chiudono dopo 4 set point e vincono sul 25-21. Nel secondo i troppi errori italiani hanno lasciato via libera alle americane: 25-16. Nel terzo equilibratissimo set, sono serviti i vantaggi alle azzurre che si sono aggiudicate il parziale sul 27-25. Nel quarto sono tornate tante incertezze per le nostre e gli States hanno avuto la meglio per 25-17. Al tie-break sempre avanti le ragazze a stelle e strisce che hanno chiuso sul 15-12 dopo tre match point annullati dalle azzure. Sette punti a testa per Pietrini e Fahr. Adesso l’Italia può arrivare seconda o terza nel girone, in base al risultato di Russia-Turchia, ed affronterà ai quarti una tra Serbia e Corea del Sud.

Non è andata meglio a Tommaso Chelli, livornese impegnato nel tiro a segno, nella categoria pistola automatica 25 metri maschile. Per il labronico un secondo round concluso al 14esimo posto, visto che dopo il 288 del primo giorno, è rimasto costante totalizzando 289/300 nella seconda parte di gare. Chelli chiude con un punteggio di 577/600, come detto, senza accedere all’atto finale che vedrà i migliori sei classificati sfidarsi per le medaglie. Per la qualificazione serviva almeno un 582/600 messa a referto dal cinese Yuehong Li, sesto in graduatoria. Per il livornese comunque una prima esperienza olimpica che può solo giovare al suo bagalio di esperienza ed al suo futuro. Con l’uscita di Tommaso, per Livorno l’opportunità della 100esima medaglia olimpica nella storia è tutta nelle mani di Elena Pietrini.