Back

Memorial Mecio: il mondiale di Livorno se lo aggiudica “I drink in & out” in una finale al cardiopalma

Condividi questo:

Non potevano certo essere due gocce di pioggia ed un clima non proprio estivo a fermare la finale del 13° Memorial Mecio, il torneo di calcio a 5 più ambito dell’intera estate Toscana. Anche questa edizione, come accade ormai da anni, si è svolta presso l’impianto del Nuovo Centro Coteto, che ieri sera è diventato una vera e propria bolgia in vista dell’atto finale. Dopo la finale 3°-4° posto che ha visto Real Livorno prevalere su Belo Horizonte, è stata la volta della finalissima tra I drink in & out e Game over Nastritalia. Prima del match una straordinaria coreografia tra fumogeni, striscioni e fuochi d’artificio ha scaldato l’ambiente e aperto il sipario sulla sfida più attesa, facendo da cornice ad una serata magica che ha visto, prima delle finali, anche tanti bambini in campo per alcune partitelle, nel segno di una passione e di ricordo che “di padre in figlio” guarda al futuro.
Subito in vantaggio I drink in & out con un mancino di Bebetinho, giocatore del Futsal Pistoia in Serie A2, a cui ha immediatamente risposto Cosimo Macchia, che “a undici” veste la maglia del Castiglioncello. Un equilibrio che si è protratto per tutto il match con prima il 2-1 Game Over firmato Poggianti e la solita risposta dei gialli arrivata sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nel secondo tempo sono andati avanti di nuovo i ragazzi di I drink in & out, ma ancora una volta è arrivato il pareggio, sempre su sviluppi di palla inattiva, stavolta a favore dei nerofucsia. Si è entrati così negli ultimissimi minuti di gara, quando una punizione da distanza ravvicinata di “Dinho” Bemlamrabet, miglior giocatore del torneo, ha bucato il portiere Rebua, portando nuovamente avanti i suoi. Disperata ricerca del pari da parte del Game Over, che ha avuto la migliore occasione con un sinistro al volo del solito Macchia che però non è riuscito a trovare lo specchio.
Per I drink in & out si tratta del secondo successo in tredici anni di torneo, appaiando così nell’albo d’oro il Salviano. In testa per numero di vittorie ci sono proprio i giocatori del Game Over, che sotto i nomi di Rotino K e Rotino Club, hanno vinto tre edizioni.