Back

Olimpiadi, Detti in finale col 3° tempo: “Darò tutto!”. Razzetti vola nei 400 mx, Franceschi nona

Condividi questo:

Primo giorno dei Giochi Olimpici a Tokyo e subito livornesi in gara. In ordine cronologico, il primo a scendere in acqua è stato Alberto Razzetti, genovese, ma livornese d’adozione e tesserato per la Livorno Acquatics. L’allievo di Stefano Franceschi ha fatto una gara pazzesca nei 400 misti, coprendo la distanza in 4’09″91, distruggendo il proprio record personale di quasi due secondi ed andando a a 3 centesimi da quello italiano di Luca Marin. Per lui una finale in cui entra con il quinto posto e può davvero sognare…

Non tradisce neanche Gabriele Detti che stacca il pass per la finale nei 400 sl con il terzo tempo. Il bimbo d’Ardenza ha nuotato in 3’44″67, dietro solo al tedesco Muhleitner 3’43″91 e l’austriaco Auboeck 3’43″91, anche se c’è da sottilineare che è stata una gara lenta, probabilmente con molta tattica, con gli austrialiani Winnigton e McLoughlin che si sono un po’ nascosti. Il livornese sogna di bissare il bronzo di Rio e queste sono state le sue parole subito a fine gara: “L’oro è possbilie? Voglio toccare la piastra dopo aver dato tutto, senza avere rimpianti, fino alla fine”.
Le due finali, quella di Detti e quella di Razzetti, si disputeranno nelle prime ore di domani, 25 luglio, alle ore 3 italiane.

Niente finale invece per Sara Franceschi che ha chiuso con il nono tempo nei 400 misti, ma comunque abbastanza staccata dall’ottavo posto che avrebbe voluto dire finale. La livornese classe ’99 ha chiuso in 4’39″93, quasi tre secondi oltre il proprio personale 4’37″06 ed è qui che montano i rimpianti per una finale che era alla sua portata. Sara ha nuotato molto bene i primi duecento metri, mentre nella seconda frazioni si è spenta ed ha perso il treno delle migliori. La testa adesso si sposta sui 200 misti, la sua gara, in cui avrà quel pizzico di voglia di rivincità in più che potrà sicuramente aiutarla.