Back

Ciclismo: addio a Pietro Falorni, ex professionista. Il saluto dell’amico Bettini

Condividi questo:

Un malore improvviso, l’ha stroncato ieri mattina proprio in strada, mentre stava pedalando sull’amata bicicletta. La comunità di Cecina e dintorni è scossa dalla scomparsa di Piero Falorni, ex ciclista professionista e oggi ristoratore, titolare storico con la moglie di un locale molto conosciuto e apprezzato nella provincia labronica come la Trattoria Senese. Falorni, 68 anni, nativo di Bibbona, vantava un curriculum da agonista di tutto rispetto, specie negli anni ’70 alla Gis gelati nella stessa squadra di Francesco Moser.

Falorni, che lascia nel dolore la moglie Gemma e la figlia Silvia, Bibbona, ha preso parte a due Giri d’Italia ed è rimasto nell’ambiente del pedale, una volta dimessi i panni dell’agonista, vestendo il grembiule dietro i fornelli come cuoco della nazionale di ciclismo. Un suo grande amico è stato il campione olimpico e mondiale nonché conterraneo Paolo Bettini: “Io Piero lo conosco da quando sono salito la prima volta in bicicletta – ricorda ‘Il Grillo’ intervistato da Il Tirreno –. Era il 1981. Piero aveva smesso da poco di correre. Da quel giorno è sempre stato un punto di riferimento per me. E lo è stato il suo ristorante. Non tanto per me. Per me lo era a prescindere. Piero e Gemma con la loro trattoria sono stati per me una seconda casa. Era il passaggio obbligatorio dove passare dopo le trasferte e le gare, per condividere emozioni e sogni. Il ristorante è stato il punto di riferimento per tutto il mondo del ciclismo. Perché tutto il mondo del ciclismo è passato di lì. Italiani, stranieri, addetti ai lavori, e quant’altro (…) Piero mi ha accompagnato in tutti i miei allenamenti. Quando poteva, chiaramente, e aveva libertà di muoversi. Era il primo che veniva a prendermi sotto casa. Lui con gli altri del gruppo. Anche ieri erano tutti insieme in bici. Con Piero ho condiviso migliaia di chilometri. Ultimamente, soprattutto da marzo in poi, è stato lui a convincermi e a coinvolgermi per tornare più volte sulla bicicletta”.

📸 Profilo FB Pietro Falorni Trattoria Senese