Back

PLS, nel giorno del ritorno di Niccolai e del pubblico serve una vittoria per fare festa e vedere i playoff

Condividi questo:

E’ un giorno speciale in casa Pro Livorno 1919 Sorgenti. Nel match interno contro il Seravezza Pozzi, infatti, tornerà in panchina il tecnico Matteo Niccolai che nelle ultime settimane era rimasto lontano dal rettangolo verde per i motivi personali che tutta la città ha avuto modo di conoscere. Ma oltre all’allenatore biancoverde, al Picchi tornerà anche il pubblico con il limite fissato al 25% della tribuna dell’Ardenza. Insomma, gli ingredienti per far sì che sia una giornata di festa ci sono tutti, toccherà alla PLS inserire quello più importante: la vittoria.
Anche in ottica di classifica un successo odierno aumenterebbe sensibilmente le chances di playoff dei livornesi, al momento a -3 dal quinto posto a tre giornate dalla fine.

L’avversario di turno è l’ostico Seravezza di Walter Vangioni. Una squadra compatta e sempre molto ben organizzata che deve agguantare gli ultimissimi punti per avere la certezza di una salvezza che sembra comunque scontata. I verdazzurri solitamente optano per un 4-3-3 che ha nel centrocampo il proprio punto di forza con le due instancabili mezz’ali Bortoletti e Granaiola a proteggere e servire l’estro di Luigi Grassi davanti alla difesa. In avanti occhi puntati sul cecinese Giacomo Vanni, autore di 9 gol con i versiliesi da gennaio e di una doppietta nell’ultima sfida interna con il Sasso Marconi.

In casa labronica probabile la conferma del 4-3-3 rivisto a Marignano. Mancheranno i lungodenti Carani, Salemmo, Pecchia e Blundo. In porta Vozza, in difesa Solimano a destra, con Petri e Falleni M. al centro e Lucarelli a sinistra. In mezzo al campo Filippi davanti alla difesa, con Costanzo e Bachini ai suoi lati e davanti il classico tridente Rossi, Camarlinghi e Granito.