Back

Basket: una gagliarda Cecina cade in casa con Ozzano e retrocede in Serie C Gold

Condividi questo:

Niente da fare. Ci ha provato in tutti i modi, ma alla fine, non ce l’ha fatta il Basket Cecina a salvare la Serie B. Al termine di una stagione sfortunata, che stava andando a gonfie vele fino al focolaio Covid di aprile che ha condizionato il proseguo del campionato rossoblu. E se quando una squadra livornese scende di categoria è sempre un dispiacere, lo è doppio per quanto riguarda Cecina che ha sempre sviluppato un progetto incentrato sui giovani rarissimo a questi livelli.
Nella decisiva gara 5 i rossoblù avevano avuto una buonissima partenza, che li aveva portati anche ad un vantaggio in doppia cifra, + 13, nel corso della seconda frazione. Ma agli esiti del risultato è stato decisivo un perentorio break di 9 – 14 quando le due formazioni si trovavano sul 53 – 53 nel corso del terzo quarto, con 5 canestri consecutivi, 4 dei quali da oltre l’arco, mentre in attacco la squadra di coach Russo non riusciva a trovare la via del canestro. Una gara che ha visto percentuali simili dal campo e dalla lunetta, con Ozzano che ha saputo conquistare un maggior numero di rimbalzi e forzare più palle perse. Da segnalare la buona prestazione di Korsunov che ha chiuso con il 100% sia dal campo che dalla lunetta, mettendo insieme 15 punti e 20 di valutazione, la più altra tra tutti i giocatori scesi in campo.
Resta ovviamente l’amato in bocca per com’è andata, e terminata questa stagione della Sintecnica alla quale auguriamo un’immediata risalita.