Back

Basket, è il grande giorno: Libertas e Cecina si giocano tutto in gara 5

Condividi questo:

Today is the day. Quello da dentro o fuori che riassume perfettamente tutto l’agonismo, la tensione sportiva e l’attesa che genera la pallacanestro. Vivere o morire. Win or go home.
Questo è oggi lo scenario per la Libertas Livorno e il Basket Cecina. Gli amaranto di coach Garelli ospitano al PalaModì la Pallacanestro Bernareggio per la gara 5 della semifinale playoff. In palio c’è la finalissima contro Piacenza. La serie è ferma sul 2-2 con i livornesi che hanno ottenuto un successo straordinario in gara 4 così da riportare tutto sul parquet del Modigliani. La Opus sicuramente ha l’inerzia dalla sua parte così come avrà 500 tifosi pronti a spingere i propri beniamini alla vittoria in un palasport che si preannuncia infuocato nonostante la capienza limitata.
Dall’altra Bernareggio recupererà il forte Laudoni, fuori in gara 4 per espulsione, ma rischia di perdere il lungo Tsetserukou, uscito malconcio dall’ultima sfida per un problema alla caviglia.
In casa labronica con ogni probabilità ci sarà di nuovo Castelli e non Visentin. Come un po’ in tutta la serie, ma a maggior ragione questa sera, dopo quattro gare giocate ad altissima intensità, sarà decisivo vedere chi ha avrà più energie ancora da spendere e chi quindi avrà maggior lucidità nei momenti clou.
Palla a due fissata alle 20.30 con la possibilità di vederla su LNP Pass per chi non fosse riuscito a procurarsi il biglietto.

Il concetto di “Vivere o Morire”, è ancora più esasperato per quanto riguarda la situazione del Basket Cecina. I rossoblu dopo l’incredibile successo in trasferta di gara 4, sono riusciti a regalarsi una “bella” al PalaPoggetti che dopo il tonfo in gara 3 era difficile da pronosticare.
Ma la partita di questa sera sarà l’ago della bilancia per la stagione della Sintecnica e quella di Ozzano. Chi perde, retrocede. Chi vince, si salva. La differenza è abissale.
E lo sapranno sicuramente bene i ragazzi di coach Russo che dovranno avere grande solidità mentale e fisica. Con l’obiettivo di tramutare la rabbia, per una stagione condizionata dal Covid-19, in intensità e ferocia agonistica. Dal punto di vista tecnico, la speranza è che i rossoblu trovino maggiore fluidità e confidenza con il canestro, cosa che non è accaduta in gara 2 e gara 3. Ma questa serie ha detto che le due squadre si equivalgono e quindi saranno i dettagli a fare la differenza nella partita più importante dell’anno per il Basket Cecina.
Appuntamento alle 20. 30 al PalaPoggetti o su LNP Pass.