Back

Basket, 3×3: Madera fa l’impresa con le azzurre. Vittoria e pass per le Olimpiadi

Condividi questo:

L’Italia torna con la pallacanestro ad una Olimpiade. Battendo l’Ungheria (13-12) padrona di casa nell’arena di Debrecen, la Nazionale 3×3 Femminile si è qualificata per i Giochi Olimpici di Tokyo (24-28 luglio). Un risultato straordinario che riporta una nostra Nazionale di pallacanestro in una Olimpiade a 17 anni di distanza dall’edizione di Atene. Più lungo il digiuno se riferito al Settore femminile, che tornerà a respirare l’aria del villaggio olimpico a 25 anni di distanza dall’edizione di Atlanta 1996.

Con le Azzurre allenate da Andrea Capobianco, anche la pivot livornese Sara Madera. La tradizione e il feeling labronico con il basket da playground ‘in rosa’ continua: nel 2018 a Manila, quando l’Italia tornò con la medaglia d’Oro al collo, in panchina c’era l’allenatrice livornese Angela Adamoli.


In finale, giocata al cospetto di una cornice di pubblico straordinaria, l’Italia ha dovuto inseguire per diversi minuti ma non ha mai abbassato la guardia. L’Ungheria ha provato a scappare in più occasioni affidandosi ai tentacoli di Goree, la giocatrice col doppio passaporto che ha fatto la differenza per tutto il torneo. Sul punteggio di 12 pari è arrivato il tiro in sospensione di Rae D’Alie, il buzzer beater che vale un biglietto per Tokyo.

📸 Italbasket