Back

Borgo s’impone nel ‘Trofeo Livorno’, antipasto della stagione delle gare remiere

Condividi questo:

“Trofeo Livorno”, ottimo bilancio per la prima edizione della manifestazione remiera pensata per far tornare a gareggiare i celebri gozzi cittadini. Una manifestazione però di livello nazionale, organizzata dalla sezione nautica Borgo Cappuccini di concerto con la Federazione italiana canottaggio a sedile fisso nel suggestivo ‘spot’ della “Bellana”. Otto rioni labronici, impegnati a utilizzare imbarcazioni alla quali non sono certo abituati.

Per i risultati, nella categoria Juniores, al termine di una gara serrata che ha visto due equipaggi livornesi come l’Ovo Sodo e il Borgo Cappuccini competere, il terzo posto è stato proprio della barca bianconera dietro allo Schenone Foce di Genova, davanti all’Urania, anch’essa di Genova. Ditrani, Cacciari, Lomi, Tintori, timoniera Silvia Segnini l’equipaggio di bronzo al maschile. Nel femminile, a difendere i colori labronici sono scesi in acqua Borgo Cappuccini e Salviano. Tra i seniores invece, nella finale composta dalle cinque barche vittoriose in batteria (con un ritiro prima del via), approda soltanto il Salviano, con gli equipaggi di casa penalizzati dalla poca confidenza con il tipo di imbarcazione. Al termine dei 1500 metri, con tre giri di boa, la gara nazionale viene vinta da Cadimare.

Nella gara tutta labronica invece, antipasto per i prossimi impegni che pongono il tradizionale trittico di gare storiche per il movimento del remo cittadino (stagione che si aprirà il 4 luglio con la coppa Risiatori), le batterie per gli armi a 10 remi sono divise in due gruppi da quattro. Accedono alla finale Ovo Sodo e Ardenza, nell’altra semifinale invece pass per Borgo e Venezia. Alla fine, s’impone il celebre “Costante Neri” del Borgo, confermando il dominio che è già andato in scena lo scorso anno. Secondo il Venezia, terzo l’Ardenza. Questo l’equipaggio vincitore: Piccinini, Ceccatellli, Cattermol, Bernini, Romoli, Bertocci, Tremolanti, Baluganti, Boccini, Chiarugi, Micheli, Paoli.

📸 Andrea Dani