Back

Basket, A2/F: Jolly a Cagliari per la salvezza nello spareggio decisivo

Condividi questo:

L’ultimo atto. Dentro-fuori. Ora o mai più, per conservare la categoria. Jolly Acli Livorno fa di nuovo visita alle rivali del Cus Cagliari questo pomeriggio, con palla a due alle ore 18, per gara 3 della finale playout di serie A2.

Dopo il blitz firmato in settimana dalla ragazze di Pistolesi, vittoria che ha riaperto la questione salvezza dopo il passo falso commesso in gara uno al Modigliani Forum, adesso non ci sono più margini di errore. Le locali,. giunte decime al termine della stagione regolare, due posizioni avanti a Livorno, puntano tutto sul tandem Ljubenovic – Petrova sotto i tabelloni e sulla verve dall’arco di Prosperi, Niola e Caldaro. Il Jolly, sfortunato nel corso di una stagione tribolata anche sotto il profilo degli infortuni (Poletti prima e poi ko anche il neo arrivo Peric, operatasi al crociato del ginocchio), è rientrato a casa per allenarsi tre giorni ed è ripartito ieri sera, transitando peraltro anche da Roma in pullman vista l’impossibilità di imbarcarsi su un volo diretto per Cagliari. Ma, in barba alle aggiuntive difficoltà logistiche, oggi conterà solo una cosa: vincere.

“Credo che dovremo aspettarci una reazione d’orgoglio da parte del Cus, e immagino anche qualcosa di diverso a livello di scelte tattiche. Ma sono ipotesi che vanno verificate sul campo. Illuderci di fare la stessa prestazione di mercoledì sarebbe un errore gravissimo: abbiamo tirato con percentuali buone e questo purtroppo non è successo spessissimo durante l’anno. Bisognerà rileggere la partita, a mio avviso in maniera più vicina a quella di sabato scorso, ovvero garauno. Ripartire con più intensità e più voglia ancora di mercoledì, perché loro ce ne metteranno il quintuplo. Questa è la finalissima,  come se il campionato non fosse esistito e quaranta minuti forse decidono chi resta in serie A e chi no. Uno spareggio secco, col fattore campo che incide relativamente”.

Il pensiero pre gara di Pistolesi