Back

Volley, serie C: il derby è del Tomei, Torretta giù a testa alta. Rosignano ko con il Cus Pisa

Condividi questo:

La giornata numero 4 di pallavolo di serie C maschile ha visto andare in scena sotto la rete della palestra Del Chicca di via Dudley l’atteso derby tutto labronico tra i locali neopromossi del Conad Pontino Torretta e i cugini blasonati del CCS Bacci Tomei. Il finale ha premiato, da pronostico, i biancorossi ospiti (0-3 il finale, con i parziali abbastanza netti terminati 25-18, 25-19 e 25-17). Gialloneri di casa sconfitti ma che hanno comunque tenuto vivo il confronto, alla ricerca ancora del primo successo stagionale in categoria mentre il Tomei si è riscattato dopo il toebreak perso sette giorni prima nello scontro diretto in chiave primato del girone contro Migliarino.

Questo il commento post gara del tecnico dei Vigili del Fuoco, Massimiliano Piccinetti: “Una settimana ancora più difficoltosa per noi. Abbiamo avuto infatti due atleti in quarantena fiduciaria, con il gruppo veramente ridotto all’osso e gli allenamenti sostenuti con solo 9 giocatori disponibili. Dopo una vigilia così, con un derby da tanti anni che non si teneva, vincere così nettamente regala una sensazione ottima: il gruppo ha qualità e potenzialità alta, l’ha dimostrato. Poi c’è stato il debutto ottimo di Baracchino, classe 2003, impiegato come centrale vista indisponibilità sia di Macchia che di Baldassarri: ha fatto molto bene. I ragazzi l’hanno sostenuto e lui si è inserito bene nei meccanismi. Ho giocatori con voglia di sacrificarsi, sono sereno: la squadra è competitiva, con qualità fisiche e tecniche. Derby fuori casa, giocato in queste condizioni, non è semplice da portare via. Si tratta di tre punti guadagnati. Partite sentite, come anche quella con Migliarino della settimana prima, sarebbe stato bello giocarle con il pubblico: dispiace. La situazione però in serie C è ancora molto difficoltosa, tante formazioni sono ferme per casi di positività: la regolarità del campionato è un po’ fine a sé stessa, qualche società ha fatto solo 3-4 allenamenti da inizio stagione. S.Miniato e Cascina hanno allenatori e giocatori positivi: tra riacquisire negatività e idoneità agonistica, servirà tempo. Noi in ogni caso andiamo avanti finché Federazione lo riterrà opportuno. Se riusciremo a finire la stagione, saremo fortunati”.

Questo il parere invece di Rino Benedetto, ex di turno: “Sapevamo che questo campionato per noi sarebbe stato in salita; anche se la normativa che non prevede retrocessioni ci ha tolto pressione puntiamo a farcela sul campo con le nostre forze. Dopo Migliarino, abbiamo affrontato un’altra formazione che punta a salire di categoria con tanti elementi che potrebbero giocare benissimo al piano superiore. Una media di 18 punti per set è buona, ad inizio frazione abbiamo cominciato sempre bene, poi la differenza tra i roster è venuta a galla . A Pisa con la Turris fuori casa nel turno infrasettimanale, su campo difficile dove ambientarsi, abbiamo però giocato oltre due ore e perso solo in volata. Poi con il Tomei, abbiamo pagato dazio anche sotto il punto di vista della stanchezza accumulata. Peccat, perché avrebbe potuto essere una bella stracittadina con tanti giovani ad appassionarsi sugli spalti: questa forse è la nota dolente più grande”.

Nell’esordio ‘ritardato’ in campionato, la giovanissima e rivoluzionata compagine della Pallavolo Rosignano cede il passo ai più quotati rivali del CUS Pisa. 3-1 per gli ospiti della palestra Balestri, con i locali che schierano ben 4 atleti su 6 iniziali provenienti dall’Under 19 e dalla Prima Divisione. Nonostante questo, i ragazzi di Onorati hanno anche strappato il terzo parziale 12-25, 13-25, 25-21 e 19-25 i set). Tutta esperienza messa in cascina.

📸 Torretta Volley