Back

Basket (C): riflettori sulla Unicusano PL, in Silver esordio per Brusa e Liburnia

Condividi questo:

 A distanza di (quasi) un anno dal match casalingo contro l’Olimpia Legnaia Firenze, la PIELLE LIVORNO – targata UNIVERSITA’ NICCOLO CUSANO – torna a respirare aria di campionato (Serie C Gold, girone A), debuttando sul mai semplice campo della Libertas Montale. Una squadra profondamente rinnovata, la Pielle, e impreziosita dagli innesti di giocatori provenienti dalla categoria superiore come Alessio Iardella (una vita a Piombino da capitano e protagonista), Tommaso Tempestini (prodotto PL, oltre 10 anni di esperienza in cadetteria), Michael Lemmi, Franci Zeneli, pivot albanese con all’attivo due campionati di Gold vinti a Siena (sponda Virtus) e Domodossola, e Alessandro Congedo . Tra i confermati il capitano, Francesco Burgalassi, Tommaso Dell’Agnello, Filippo Creati, oltre agli Under Leonardo Nannipieri e Samuele Portas Vives.
Anche Montale di coach Della Rosa, rispetto allo scorso, ha cambiato molto, malgrado una politica che si poggia in prevalenza sui giovani prodotti del settore giovanile del Pistoia Basket. Tra gli osservati speciali il pivot Del Chiaro, l’ala Zambonin, gli esterni Mati e Gangale e il sempre verde Evotti, senza contare gli ultimi due recenti innesti di Giusti e Marconato.
Una sfida difficile, un anno dopo, cosparsa di trappole, ma che sarà bellissimo giocarla, ritrovando l’adrenalina che solo una partita (ufficiale) di basket può regalare. Arbitri della contesa Forte di Siena e Buoncristiani di Prato.

Il Brusa U.S. Livorno comincia il campionato di basket Serie C Silver, edizione speciale 2021, affrontando la Folgore Fucecchio. La squadra di Fabrizio Cerri è stata inserita nel girone B del torneo insieme , oltre a Fucecchio, all’Audax Carrara, al Cus Pisa, alla Liburnia e alla Juve Pontedera. La partenza è subito tosta, contro una squadra quotata, rinnovata, sempre ostica da affrontare. L’Us arriva all’appuntamento in buona condizione, e con la consapevolezza di essere pronta a giocarsi la partita in totale serenità. Unico indisponibile Marco Massoli, alle prese con una frattura che lo terrà fuori ancora per un mese. Un gruppo giovane, che fa della velocità il proprio marchio di fabbrica, e che, dopo tanto oblio, non vede l’ora di tornare ad assaporare l’atmosfera del campo di gara. In settimana la società ha presentato il nuovo sponsor tecnico Effesport, consegnando a tutti gli atleti le fiammanti divise. «Ci sono parecchie novità – dice Paolo Vullo, presidente- , abbiamo cercato di abbassare l’età dei nostri giocatori, il lavoro dovrebbe essere di prospettiva. Abbiamo comunque una squadra che, a giudizio personale, anche se poi parlerà il campo, sicuramente può fare bene,  è competitiva, e  potrebbe anche essere una sorpresa».   «La squadra – evidenzia il preparatore atletico Andrea Falleni – alla ripresa degli allenamenti si è subito presentata determinata; questo ci ha fatto recuperare parzialmente il tempo perduto sia livello fisico che tecnico. Il lavoro è stato svolto in maniera ottimale, perché la predisposizione dei giocatori, e la voglia di tornare in forma il più presto possibile ha creato una miscela positiva. Siamo a buon punto, tra un mese saremo al top». 

Appuntamento fissato alle 18 in quel di Pisa contro il Cus per la Libertas Liburnia, al cospetto di una delle migliori squadre del girone B in questa “particolare” C Silver  2020-2021. I gialloblù hanno l’obbligo di lottare in ogni gara e si pone l’obiettivo di diventare un piccolo laboratorio che possa rappresentante la rampa di lancio per giovani e talentuosi ragazzi. Tanti anche gli ex, da una parte il “nostro” capitano Pippo Mannucci e dall’altra coach Angiolini, Alberto Lazzeri, Lorenzo Mangoni e Luca Benini. Insomma, la gioia più grande sarà tornare a sentire la palla che rimbalza sul Parquet ed entra nella retina.”Stiamo lavorando bene, con tanto entusiasmo, siamo consapevoli che dall’altra parte ci sarà un’ottima squadra , probabilmente una delle più attrezzate del torneo, oltretutto allenata da un coach che stimo molto come Walter , noi abbiamo una voglia immensa di lottare o almeno di provarci, sappiamo che ogni gara sarà durissima perché siamo giovanissimi ma ci proveremo perché buttarsi su ogni palla per noi è un obbligo “, queste le parole di coach Pardini.