Back

Livorno-Renate 0-1: il rigore di Galuppini nel primo tempo condanna gli amaranto. LE PAGELLE

Condividi questo:

Il Livorno esce sconfitto dal Picchi contro il Renate, seconda forza del campionato.. A decidere la sfida è un rigore di Galuppini, dopo un’uscita a valanga di Stancampiano che travolge Nocciolini. Gli amaranto provano per tutta la ripresa a rendersi pericolosi, ma il Renate resiste senza però che la larga differenza in classifica si noti mai. Buona prestazione per i ragazzi di Dal Canto che però non riescono a portare a casa punti ed la situazione in classifica rimane deficitaria con un punto di vantaggio sulla Lucchese e sette di ritardo dalla Pistoiese, un distacco che andrà tenuto d’occhio in vista della ‘forbice’ playout.

LA PARTITA

Dal Canto opta per un 3-5-1-1 piuttosto duttile viste le caratteristiche degli interpreti utilizzati. In porta Stancampiano, nel terzetto difensivo ci sono Blondett, Sosa e Gemignani. Parisi sulla destra e Bussaglia sulla sinistra, in mezzo campo Buglio fa il regista con Castellano e Nunziatini ai lati. Haoudi in sostegno a Dubickas.

L’inizio di gara è piuttosto bloccato, con le due squadre che si studiano e prevale il tatticismo rispetto alle emozioni. La prima chance ce l’ha il Livorno ed è di quelle importanti: Buglio va in percussione e salta tutto il centrocampo ospite, imbuca per Dubickas che a tu per tu con Gemello si fa murare il tiro dall’estremo difensore ospite. Dal Canto inverte le posizioni di Bussaglia che va a fare la mezz’ala e Nunziatini che va ad agire sulla fascia sinistra. Al 24′ la gara si sblocca: lancio alle spalle della difesa amaranto, Stancampiano esce e frana addosso a Nocciolini causando il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Galuppini che incrocia e segna nonostante il portiere labronico avesse intuito. Lo stesso Stancampiano si prende un rischio clamoroso due minuti più tardi quando sbaglia il rinvio sulla pressione di Nocciolini, la palla arriva a Galuppini che tenta di sorprendere l’estremo difensore amaranto mentre stava rientrando in porta, ma Stancampiano si salva.

Nella ripresa la prima occasione è di marca ospite con una percussione di Anghieri che serve Marano, la sua conclusione è respinta male da Stancampiano che però si salva in qualche modo. Il Livorno prova ad aumentare il peso in attacco inserendo Bueno al posto di Haoudi e passando quindi al 3-5-2. L’attaccante uruguaiano ci prova subito su punizione ma la sfera finisce larga. Occasione per i labronici al 76′ con Dubickas che si fa spazio in area e conclude col destro, ma un difensore ospite devia in angolo. Torna a farsi vedere il Renate con Rada che serve l’accorrente Galuppini, ma il suo mancino è debole e Stancampiano blocca. All’80’ di nuovo Livorno con Dubickas che scappa via e dal fondo serve Bueno, ma il suo tiro è murato in corner dagli ospiti. Ultima chance per la squadra di Dal Canto all’89’ quando Bussaglia alza in area per Dubickas, ma l’attaccante lituano non trova il pallone al volo e la palla si spegne sul fondo.

LE PAGELLE

Stancampiano 4.5: scellerata l’uscita con cui causa il rigore che costa la partita agli amaranto. Rischia poi anche sul rinvio successivo e sulla parata difettosa nel secondo tempo. Giornata decisamente no.

Blondett 5.5: si fa pescare alle spalle nell’occasione del rigore e nel corso della partita dalla sua parte il Livorno soffre più che sulla corsia opposta.

Sosa 5.5: troppi errori in fase di impostazione ed anche lui in occasione del rigore non segue alla perfezione il taglio di Nocciolini. Nella ripresa meglio del primo tempo.

Gemignani 6.5: attento in fase difensiva, sembra ormai essersi calato alla perfezione nel ruolo di terzo di difesa. Resta il dubbio di quanto possa mancare la sua spinta sull’esterno. La partita è più che buona.

Parisi 5.5: spinge meno rispetto ad altre volte ed anche nel secondo tempo fa troppi errori sia in fase d’appoggio sia al cross. La sensazione è che avrebbe bisogno di rifiatare, ma la rosa è quella.

Castellano 6: il Livorno si affida spesso a lui nel primo tempo per cucire il gioco e lo fa discretamente. Nel secondo tempo come spesso gli accade cala un po’, ma forse nel finale la sua qualità poteva servire. (’71’ Pallecchi 5.5: nei venti minuti finali si vede pochissimo e non riesce a cambiare marcia all’attacco livornese).

Buglio 6.5: da regista decisamente meglio che da mezz’ala. Tocca tanti pallone e trova il giusto ordine in mediana, oltre ad una palla illuminante per Dubickas che però non realizza.

Nunziatini 5.5: bisogna ricordarsi che questo ragazzo non ha ancora la maggiore età. Ci prova per tutta la partita a trovate la giusta posizione e le giuste linee di gioco, ci riesce a tratti.

Bussaglia 6: sull’esterno sinistro non sembra essere troppo a suo agio. Quando torna in mezzo al campo lotta e battaglia come spesso fa e nel finale è uno degli ultimi a mollare. (’89 Canessa: SV)

Haoudi 5: spostato qualche metro più avanti sotto a Dubickas il Livorno si affida alla sua qualità per trovare le occasioni in avanti, ma lui sbaglia tanto e rimane ingabbiato nelle maglie biancoblu del Renate. (’60 Bueno 6: entra e fa subito vedere che personalità e voglia di lottare non gli mancano. Calcia lui la punizione appena entrato e fa a sportellate con tutta la difesa ospite senza però trovare il giusto pertugio sull’assist di Dubickas.)

Dubickas 6.5: è vero che sull’occasione del primo tempo forse poteva fare di più, ma nel resto dei 90′ fa benissimo il riferimento offensivo ed è l’unica ad impensierire la difesa ospite anche nel secondo tempo. Se riesce ad essere più cinico può veramente essere l’arma in più del Livorno.