Back

PLS, è “Davide contro Golia”. I biancoverdi sfidano il super Prato di Tavano e Falchini: la probabile formazione

Condividi questo:

Davide contro Golia. Lo è sotto il punto di vista demografico, visto che il Prato rappresenta la squadra di una città di quasi 200mila abitanti, mentre la Pro Livorno 1919 Sorgenti è la formazione di un quartiere di qualche migliaia di persone. Lo è dal punto di vista della storia: i lanieri nel post guerra hanno collezionato 10 campionati di B, i livornesi sono all’esordio in Serie D. Lo è dal punto di vista del budget, i biancoblu hanno una squadra che costa almeno 5-6 volte tanto quella biancoverde.
Non lo è però in classifica, dove tutti i fattori espressi in precedenza vengono subordinati ad uno: il campo, giudice sovrano. Le due squadre sono infatti appaiate al quarto posto in classifica con 19 punti, anche se gli ospiti hanno una partita da recuperare. E la PLS dovrà dimostrare ancora una volta che sul campo non è inferiore a nessuno.

LA PARTITA

La Pro Livorno dopo un periodo piuttosto difficile, con un punto in tre gare, è reduce da una convincente vittoria sul campo della Bagnolese ed arriva alla sfida odierna con il morale dei giorni migliori ed una rosa quasi al completo dopo le defezioni delle ultime gare. Dal punto di vista dei risultati, anche il Prato ha un passato recente simile ai labronici, visto che dopo quattro gare senza vittoria, ha trovato un fondamentale successo casalingo contro il Rimini.
La squadra di Esposito nella propria rosa può contare su giocatori dal passato a dir poco glorioso ed è una delle favorite del girone per la vittoria finale. In difesa il pilastro è Matteo Gentili, ex Atalanta, Vicenza e Reggina, salito agli onori delle cronache nazionali anche per una partecipazione al Grande Fratello, accanto al quale potrebbe esserci Tognarelli, appena rilevato dallo Scandicci, andando a ricomporre una coppia difensiva che tre anni fa a Forte dei Marmi fece faville. In mezzo al campo è Marco Spinosa il faro dei biancoblu, giocatore di grande esperienza con un passato tra Treviso e Rimini, senza dimenticare Matteo Calamai, giocatore dal passato professionistico con Olbia e Cosenza. Ma è in attacco che i nomi dei lanieri fanno davvero paura. Uno su tutti Francesco “Ciccio” Tavano, giocatore in grado di segnare 38 gol in due anni nella massima serie con l’Empoli e di guidare l’attacco del Livorno per quattro stagioni tra Serie B e Serie A, con 48 gol in quattro anni. Dopo l’addio di Ortolini, al suo fianco ci sarà uno tra Ouattara ed il livornese Falchini, 149 gol in carriera. Assente l’altro nome illustre, Marco Cellini, altro ex Livorno.

La PLS ritrova una rosa quasi completa, in cui dovrebbe essere assente il solo Bachini, con Niccolai che si affiderà al solito 4-3-3. In porta dovrebbe tornare Blundo con Solimano a destra e Petri a sinistra e la coppia centrale formata da Salemmo e Carani. In mezzo al campo Turini in cabina di regia con Brizzi e Costanzo ai lati, pronti ad innescare il tridente composto da Camarlinghi, Rossi e Granito.

La gara sarà trasmessa in diretta Facebook sulla pagina della Pro Livorno 1919 Sorgenti.