Back

Ciclocross: Bulleri quinta e sfortunata agli Italiani di Lecce

Condividi questo:

Bilancio in chiaroscuro per l’elbana Alessia Bulleri, che l’anno scorso era riuscita a salire sul podio tricolore e quest’anno invece non è riuscita a ripetersi ai Campionati Italiani di ciclocross ospitati sul tracciato sterrato di Parco di Belleluogo, in quel di Lecce. Una manifestazione che ha assegnato titoli per tutte le categorie: amatori, esordienti e allievi, oltre alle èlite, under 23 e juniores tutti impegnati sul tracciato di 2,8 chilometri fortemente appesantito dalla pioggia.

In campo femminile tra le élite, la vittoria è andata alla lombarda Alice Maria Arzuffi delle Fiamme Oro, che ha superato negli ultimi due giri la concorrenza di Chiara Teocchi (Centro Sportivo Esercito) ed Eva Lechner (Centro Sportivo Esercito). Peccato invece per la Bulleri: la campionessa che gareggia con i colori della Cycling Cafè Racing Team, si è classificata al quinto posto in quanto penalizzata da una foratura prematura che non la ha permesso di restare agganciata alla testa della corsa, finendo per costringerla ad una gara ad handicap.

Un plauso anche per il resto della rappresentanza targata Elba Bike presente in Puglia: partecipazione importante per Tommaso Cervini , Tommaso Alberti, Margherita Oggero e Anna Rododendro.

“Per Cervini una gara dove non riusciva a esprimere il suo potenziale eppure la preparazione era stata seguita con precisione, forse sarà stato intimorito dal grande appuntamento.Tommaso Alberti  ha fatto una gran bella gara con una pedalata efficiente, sempre  attivo nel voler recuperare con determinazione fino al traguardo. Oggero Margherita vivace nella seconda parte di gara dove ha reagito con destrezza alla pesantezza del percorso buona la determinazione al raggiungimento di un risultato che ha soddisfatto come Rododendro Anna che sfinita a fine gara passata la line d’arrivo abbracciata al padre con un gran bel sorriso ha esclamato: “mi sono proprio divertita”. Alessia Bulleri aveva lavorato duro per riconfermare il podio del passato anno ma la foratura della ruota anteriore non ha permesso un recupero da potersi riagganciare alla testa della gara. Chiuso al 5 posto. Sogno rimandato al prossimo anno“: questo il commento di Monica Maltinti, maestra di mountain bike e una delle fondatrici del gruppo di agonisti del pedale sull’Isola.