Back

Il Pres della Lega Pro Ghirelli: “A Livorno la situazione è pericolosa e nessuno interviene. Rischio fallimento”

Condividi questo:

Manca sempre meno al 16 dicembre, data limite entro cui servono 800mila euro per evitare l’esclusione del Livorno dal campionato di Serie C. Ma nonostante le tante parole e le continue rassicurazioni, soldi e cambiamenti decisivi non arrivano. Nella serata di ieri è arrivato alla stampa un comunicato da parte del GM amaranto Danilo Mariani che vi abbiamo reso pubblico immediatamente. In seguito alle sue parole, ha risposto poche ore fa, Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, come riportato anche dal sito di Alfredo Pedullà.
Queste le parole del numero uno della terza categoria nazionale:

In relazione alle dichiarazioni del direttore generale del Livorno, Danilo Mariani, sono in attesa di ricevere una formale comunicazione da parte della società nella quale vengano illustrati quelli che ritengano possano essere delle situazioni in contrasto con la normativa federale. Non appena tale comunicazione mi perverrà sarà mia premura effettuare l’immediato inoltro alla Procura Federale. Per quanto concerne la fideiussione integrativa budget ribadisco quanto già formalmente comunicato alla società ossia che la stessa deve necessariamente essere sostituita. Ho evidenziato al sig. Mariani che la mia preoccupazione nasce dal fatto che si trascina una situazione pericolosa e che nessuno dei protagonisti interviene concretamente. Concretamente vuol dire infatti risolvere il problema della sostituzione della fidejussione; vuol dire pagare gli emolumenti; vuol dire dare un assetto stabile alla proprietà della società. Il rischio che si può concretizzare è quello del fallimento.

E qui ci sono alcune domande e considerazioni che sorgono spontanee. Non ce ne voglia, il Presidente Ghirelli, ma la situazione grottesca che sta vivendo il Livorno va avanti da mesi. Se determinate persone non hanno la forza economica per gestire una società di calcio, come è possibile che arrivino a diventarne proprietari? Chi dovrebbe controllare? E perchè non lo fa?
La Lega Calcio dovrebbe essere la prima a vigilare su chi prende in mano una società e come lo fa.
E non cadere dalla nuvole, quando, dopo mesi, non arrivano i pagamenti necessari.
Nel 2020 è impensabile che nelle società di calcio possano verificarsi situazioni del genere e si debba ancora assistere a certi teatrini, giocando sulla passione dei tifosi e il lavoro delle tante persone ‘normali’, oltre ai calciatori, che restano senza stipendio.
Ma nel ‘magico’ mondo italiano, tutto è possibile.