Back

Volley, B2/F: Lavorenti lascia Cecina. “Scelta dettata dall’emergenza sanitaria”

Condividi questo:

Arriva come un fulmine a ciel sereno il saluto alla prima squadra di B2 femminile del Volley Cecina da parte dell’esperto tecnico livornese Roberto Lavorenti. In realtà si tratta di una decisione sofferta ma ben ponderata per il veterano della panchina classe 1963, già al timone del Tomei targato Cons.It nel 1990 che conquisto la storica promozione in A2 e poi impegnato tra maschile e femminile in città (Londi) e provincia (Rosignano, dove ha vinto il torneo di serie D e l stessa Cecina, con la quale è salito nuovamente in B nella primavera 2019). Lavorenti fa un passo indietro considerato lo stato di cose, estremamente difficoltoso, che a livello sanitario sta coinvolgendo non poco anche il mondo dello sport e della pallavolo in particolare.

“Soffro di asma bronchiale dalla nascita. Sono quindi un soggetto più facile e a rischio di altri. Per me la pallavolo è uno sport, non un lavoro. Ho avuto la possibilità di passare al professionismo, a 27 anni sono stato il tecnico più giovane in quel momento a sedere su una panchina di serie A. Eppure, volontariamente, ho preferito non intraprendere quella strada anche se interpreto tutt’oggi il ruolo di tecnico in maniera molto professionale, come se fosse il mio lavoro” racconta con estrema onestà Lavorenti.

Lavorenti in maglia Cecina

“Da 38 anni lavoro in un’azienda che è sempre stata molto attenta alla sicurezza e alla tutela dei propri dipendenti: vista la situazione ancora critica della pandemia, non mi pareva giusto compromettere tali sforzi, considerato che al momento opero in smart working o con lavoro ben distanziato da altri. Si tratta di una scelta presa anche a tutela di chi mi sta intorno e della mia famiglia – aggiunge il dimissionario, che l’anno passato era riuscito a issare il team targato Baia del Marinaio fino al momentaneo quarto posto in classifica, prima della brusca interruzione dovuta al dilagare della pandemia – Per dirigere una squadra occorre una condizione psicofisica adeguata: in questo momento, la testa non è sgombra da pensieri come dovrebbe. Con il Volley Cecina ci sono assolutamente buoni rapporti, anche perché lascio l’incarico quando ancora mancano due mesi dall’eventuale ripartenza del campionato: la dirigenza ha tutto il tempo per trovare la figura adatta a prendere il mio posto e partire come se si trattasse di una preparazione estiva.”

La società rossoblù si è rimessa subito alla ricerca del successore. Anche perché la sfida del prossimo torneo sulla carta è tutt’altro che semplice. Il Baia del Marinaio si presenta al via con un organico completamente rinnovato e un roster decisamente ringiovanito. Tanto entusiasmo ma anche un equilibrio da ritrovare ed esperienza agonistica da maturare. Obbiettivo dichiarato, la salvezza matematica.

“Rispetto le scelte di tutti, per chi lavora con lo sport è indispensabile andare avanti ma allo stato attuale delle cose, non vedo molte situazioni dove poter far vivere l’attività agonistica in maniera serena.

Non lascio la pallavolo per sempre. Quando ci saranno le condizioni per lavorare con un minimo di tranquillità, sarò pronto a riprendere ad allenare se qualcuno mi vorrà dare fiducia”

📸 Volley Cecina