Back

Una PLS in emergenza sfida il Progresso per tornare a muovere la classifica. La probabile formazione biancoverde

Condividi questo:

Sin dal momento del ritrovo per la preparazione, al quartiere generale del “Magnozzi”, erano consapevoli che il campionato di Serie D sarebbe stato duro e ci sarebbero stati momenti in cui dover soffrire. Ecco, uno dei quei momenti la PLS lo sta vivendo adesso. Ovvio, nell’ambiente biancoverde c’è comunque grande serenità e si lavora senza pressioni, ma per più di un motivo, la quarta gara di campionato è davvero un bell’esame per la formazione livornese.

SCENDIAMO IN CAMPO

Uno dei principali problemi per Matteo Niccolai arriva dall’infermeria che, al momento, risulta essere piuttosto satura. Ai lungo degenti Filippi, Solimano e Lucarelli, si aggiungono, infatti, Bulli e Frati, entrambi con problemi muscolari da valutare nelle prossime settimane. Soprattutto a centrocampo, quindi, il tecnico labronico sarà in assoluta emergenza.

Dall’altra parte ci saranno i padroni di casa del Progresso Calcio, squadra di Castel Maggiore, reduci da due ottime prestazioni come la vittoria casalinga contro il Sasso Marconi e il pareggio per 1-1 sul campo della favoritissima Prato che collocano così i rossoblu a 4 punti in classifica, vista la sconfitta all’esordio contro il Mezzolara. Nell’ultimo turno la squadra emiliana ha disputato un’ottima gara contro il Prato che è riuscito ad acciuffare il pari solo nel finale, mostrando buona personalità e grande attenzione difensiva. L’autore del gol è stato Said Chamangui, forte centrale difensivo della formazione di Moscariello, una squadra giovane che ha in Mirco Vassallo, attaccante classe 1993, il principale riferimento offensivo, e con Francesco Menarini (1997) e Niccolò Bagatti (1998) a formare una buona coppia di centrocampisti per la categoria.

LA PROBABILE FORMAZIONE

Nonostante l’emergenza a causa dei tanti infortunati, mister Matteo Niccolai dovrebbe riuscire a confermare il suo 4-3-3. Tra i pali confermato ancora Blundo (2002), con la linea a quattro formata da Petri a destra, Falleni D. (2002) a sinistra e la coppia centrale formata da Falleni e Salemmo, in ballotaggio con Carani. Davanti alla difesa ci sarà il giovane Bachini (2002) vista anche l’assenza di Bulli, e le due mezze ali saranno Brizzi e Costanzo, oltre al solito tridente Rossi, Granito e Camarlinghi (1999).

Il fischio d’inizio è fissato per le ore 15, allo stadio Clara Wiesz di Castel Maggiore, che sarà aperto a 165 spettatori dopo le novità relative all’ultimo Dpcm che prevede una capienza del 15% fino ad un massimo di 1000 spettatori.
Una gara difficile, su un campo ostico, ma la ProLivorno 1919 Sorgenti deve tornare a muovere la classifica e questa, contro una squadra di pari livello, è l’occasione giusta.