Back

Incredibile in Serie C: i calciatori in sciopero per la prima giornata

Condividi questo:

Ormai nel calcio italiano non ci stupiamo più di nulla, tanto meno in questa stagione che nasce in maniera particolare anche per motivi extra-calcistici. Ma proprio quando tutto sembrava essere pronto per l’inizio del campionato, ecco una novità che ha dell’incredibile, confermata anche da raisport.rai.it.

A quattro giorni dall’inizio della Serie C 2020-2021, l’Assocalciatori “preso atto dell’impossibilità di raggiungere un’intesa con la Lega Pro sul regolamento del minutaggio dei giovani e l’abolizione delle liste dei giocatori utilizzabili nel campionato di Serie C, conferma che i calciatori non scenderanno in campo nella prima giornata di campionato fissata per sabato 26 e domenica 27 settembre prossimi. L’azione di protesta nasce dall’inspiegabile passo indietro della Lega Pro rispetto al regolamento in vigore nella precedente stagione sportiva, relativo alla reintroduzione di limitazione. sostanzialmente obbligatorie, dell’utilizzo di un numero massimo di calciatori professionisti”.

Il problema principale è quindi relativo alle liste di tesseramento, ricordiamo che al momento ogni squadra può contare su un massimo di 22 giocatori che possono diventare 23 con l’aggiunta di un calciatore nato dal 1 gennaio 2001 in poi. Uno sciopero che non va giù al presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli che commenta così:

“Si tratta di un errore micidiale. La nostra azione è tesa a ridurre i costi delle società e a far giocare i giovani: non abbiamo niente contro i giocatori, ma dobbiamo avere la consapevolezza di non poter mantenere gli stessi livelli economici pre-Covid visti i ricavi attuali. Pensare di guardare al mondo con gli occhi di un anno fa significa non rendersi conto di cosa sta capitando.”

Vedremo nei prossimi giorni quindi quali saranno le mosse da una parte e dall’altra e se si riuscirà ad arrivare ad un compromesso. Certo che guardando la questione dal punto di vista dei tifosi del Livorno, questo posticipo dell’inizio del campionato non farebbe male agli amaranto, ancora completamente invischiati nelle problematiche societarie e con una rosa ancora largamente incompleta, basta pensare che tra i tesserati c’è un solo centrocampista: Agazzi. La speranza è che in casa labronica ci siano novità decisive nelle prossime 24-48 ore.