Back

‘Cinquina’ in quota Livorno Rugby al CFP di Prato

Condividi questo:

Gli ottimi risultati colti dalle giovanili del Livorno Rugby e gli altissimi picchi di rendimento propri dei giocatori di maggior talento non passano certo inosservati. Nel Centro di Formazione Permanente di Prato, nel quale sono selezionati i migliori ragazzi del centro Italia (leggi atleti provenienti da Toscana, Emilia-Romagna, Marche ed Umbria) ci sarà spazio, nella nuova stagione, per ben cinque elementi biancoverdi.

Si tratta di tre atleti nati nel 2003 – e dunque pronti ad iniziare la loro seconda stagione tra gli under 18 – e di due giocatori nati nel 2004 – e dunque al primo anno tra gli under 18 -. I tre giocatori biancoverdi del 2003 erano già attivi nel Centro di Formazione laniero nella scorsa annata e – ovviamente – sono stati confermati. Si tratta di Filippo Lavorenti (seconda-terza linea), Alessandro Gesi (mediano di apertura-estremo) e di Diego De Rossi (pilone-tallonatore). I due giocatori del Livorno Rugby del 2004, chiamati nel Centro per la prima volta, sono invece il trequarti centro Lorenzo Nanni ed il mediano di mischia Andrea Rossi. Quello di Prato è una sorta di college nel quale i giocatori di interesse nazionale possono effettuare una preparazione tecnico-sportiva di primissimo piano, continuando gli studi. I risultati (rugbistici e scolastici) confermano la bontà dell’opera della FIR, che, mettendo a disposizione propri tecnici e propri insegnanti, riesce a seguire da vicino la crescita (non solo sportiva) degli atleti più promettenti. Nel Centro di Formazione Permanente di Prato saranno attivi, in tutto, 28 giocatori.

Quella del Livorno Rugby è la rappresentativa più nutrita. Nel Centro, i cinque validissimi atelti biancoverdi effettueranno allenamenti e studieranno insieme a ragazzi del Pesaro, dello Jesi, del Florentia, del Città di Castello, del Perugia, del Molon Labè di Chianciano, dell’US Firenze, del Città di Castello, del Vasari Arezzo, del CUS Ferrara, del Rimini, del Rufus San Vincenzo, del CUS Siena, dei Medicei Firenze e dei Cavalieri Prato/Sesto.