Back

Volley: in cabina di regia Empoli sceglie Bianca Meini

Condividi questo:

Sono giorni caldissimi per le trattative di tutti gli sport di squadra, con le varie società che cercano di assicurarsi i profili più adatti per i propri budget e le proprie ambizioni nella stagione 2020-2021. Per quanto riguarda il mondo del volley, un importante trasferimento lo ha messo a segno la Timenet Empoli Pallavolo, società di B1, che si è aggiudicata le prestazioni di Bianca Meini, palleggiatrice classe 2000, cresciuta nel florido vivaio del Volley Livorno, dove ha vinto il titolo regionale Under 16 e disputato più volte le finali nazionali di categoria.

L’alzatrice labronica ha mosso in primi passi “tra le grandi” proprio nel Volley Livorno in serie C, per poi passare nella stagione scorsa alla VBC Calci, in B2 e quest’anno è riuscita a salire nuovamente di un gradino, confermando le aspettative che la definiscono come una delle migliori giovani emergenti di tutta la Toscana. Queste le sue parole al sito della Pallavolo Empoli all’arrivo nella nuova formazione:

“Sono molto contenta di giocare ad Empoli, soprattutto perché non mi aspettavo una simile proposta che ho accettato praticamente subito quando mi è stato presentato il progetto di crescita della società che ritengo molto allettante per una giovane atleta come me.

Mi hanno parlato molto bene dell’allenatore e di tutto l’ambiente, l’obiettivo è quello di sfruttare quest’occasione per crescere tecnicamente oltre che sul piano personale. Le ambizioni, insomma, non mancano, la pallavolo è la mia passione.”

Alla Pallavolo Empoli, Bianca Meini si giocherà il posto da titolare come alzatrice della squadra con Ludovica Mennecozzi, classe 2003, uno dei migliori prospetti della pallavolo italiana. Un’ottima coppia in cabina di regia per coach Paolo Collavini che, a seconda dei momenti della stagione e della partita stessa, sceglierà la palleggiatrice del sestetto giallonero.

Dando uno sguardo alla nostra Livorno, dispiace che ragazze della caratura di Bianca debbano “emigrare” per trovare palcoscenici all’altezza del loro talento, vista l’assenza di una formazione femminile livornese in categorie di un certo livello come la serie B. In attesa di tempi migliori, siamo sicuri che le tante “bimbe amaranto” sapranno esprimere tutto il loro potenziale anche al di fuori della nostra città.

📸 Vbc Calci