Back

Fahr cambia maglia: a Conegliano per guadagnare un posto a Tokyo 2021

Condividi questo:

Sarah Fahr cambia casacca. La talentuosa centrale piombinese, fresca 18enne reduce dalla sua prima annata da protagonista nella massima serie di volley femminile con la maglia de Il Bisonte Firenze, è stata annunciata ufficialmente come nuovo ingaggio dalla prestigiosa Imoco Conegliano.

Dopo l’esperienza maturata nel Club Italia, il passaggio di una stagione all’ombra delle colline fiesolane e soprattutto la consacrazione ricevuta nel gruppo della nazionale maggiore che ha conquistato il pass olimpico la scorsa estate, adesso la classe 2001 è pronta a un’ulteriore salto di qualità giocando al fianco di campionesse del calibro di Robin de Kruijf e dell’altra stella azzurra Raphaela Folie (“Ogni tanto nello spogliatoio parliamo in tedesco, così le altre non capiscono” scherza ma non troppo la giocatrice originaria di Kulmbach). E poi le altre colleghe di nazionale De Gennaro, Sylla e Egonu, quest’ultima molto amica anche extra campo visto che addirittura dividono la stessa camera in nazionale.


“Era qualche anno che Conegliano mi seguiva e adesso è arrivato il momento giusto per fare un salto di qualità.

Arrivare nel club più prestigioso del campionato italiano è un grande stimolo e mi sento molto orgogliosa di vestire la maglia dell’Imoco, la squadra campione del mondo.

Mi piacerebbe anche avere un po’ di spazio per giocare, anche perché uno dei miei obiettivi è conquistare una maglia con la nazionale per Tokyo”.

La soddisfazione esternata nell’intervista rilasciata a La Tribuna di Treviso

Nel team delle Pantere – sodalizio che nella stagione passata ha alzato al cielo Supercoppa nazionale, Coppa Italia e soprattutto il titolo mondiale per club nel dicembre scorso in Cina – giocherà con il numero 19 sulle spalle: “Ho sempre giocato con il 13, ma qui era occupato, quindi ho scelto un numero simile, dispari. Tra l’altro non è un numero che è stato molto usato nella storia dell’Imoco quindi spero da una parte che mi porti fortuna e dall’altra che possa diventare un numero importante nella squadra gialloblù – ha svelato la Fahr – Certo, mi piacerebbe anche avere un po’ di spazio per giocare anche perché uno dei miei obiettivi è conquistare una maglia con la nazionale per Tokyo. Ma ho parlato con coach Santarelli e mi ha dato tanta fiducia convincendomi che questa di Conegliano sarà per me la scelta migliore per fare uno step importante nella mia carriera“.

Nel frattempo, Sarah avrà anche un’ulteriore esame extrasportivo da affrontare, quello di maturità presso il Liceo di Scienze Applicate a Firenze: “Con questa emergenza ho avuto tempo per studiare e prepararmi bene. Quest’anno sarà un esame anomalo, sto ultimando lo studio per fare bella figura”.

📸 FIPAV