Back

Trattativa Livorno, complicazioni ulteriori: blitz della polizia olandese negli uffici di Yousif. Il commento di Spinelli

Condividi questo:

Clamoroso colpo di scena, in negativo, nella trattativa infinita che da mesi sta interessando da una parte la famiglia Spinelli e dall’altra Majd Yousif, imprenditore libanese CEO della Share ‘n GO, per la cessione delle proprietà del Livorno Calcio. Questa mattina, martedì 26 maggio, agli uffici di Albasserdam si è presentata infatti per un blitz con tanti di cani molecolari antidroga la polizia olandese. Ion parallelo, un’altra azione dell’indagine si è svolta a Sliederecht, località presso la quale l’imprenditore possiede invece cliniche dentistiche.

Questa la news, presentata da diversi siti di informazione tra cui lo stesso quotidiano online del paese che conta circa 20mila abitanti:

“La polizia ha sequestrato un certo numero di macchine elettriche presso una compagnia sulla Newtonweg ad Ablasserdam. Nell’operazione sono coinvolte decine di agenti che stanno perquisendo due fondi con cani addestrati alla ricerca di denaro droga. In prossimita dei garage, si troverebbero spesso macchine sportive molto costose, come McLaren, Mercedes, Lamborghini, ma i depositi dove prima si trovavano le auto si sarebbero rivelati vuoti. Anche altrove, nel Paese, sono la momento in corso operazioni di polizia. Tra le altre, c’è un’indagine in corso presso uno studio dentistico sulla Gantelweg, a Sliederecht. Sebbene l’operazione sia imponente, la polizia non intende ancora dire con precisione cosa stia accadendo. Ci si aspetta che nella fine del pomeriggio, oppure domani, venga comunque rilasciato un comunicato stampa”. 

Secondo il cronoprogramma dell’operazione ‘passaggio di testimone’ al timone della società amaranto, Yousif sarebbe dovuto sbarcare in Italia il 3 giugno prossimo (secondo anche le dichiarazioni rilasciate dallo Stesso Aldo Spinelli agli organi di stampa) per finalizzare finalmente l’operazione di persona. Adesso, dopo i ritardi dovuti all’emergenza Covid-19 e al rimpallo di ritocchi su clausole e cavilli contrattuali, anche questo ennesimo ‘coup de theatre’ che rischia davvero di mandare a monte sul più bello una trattativa lunga mesi.

“Credo sia presto per dare un giudizio, è inutile emettere sentenze con dei procedimenti ancora in corso, aspettiamo domani per capire cosa sia davvero successo è stato il commento a caldo di Spinelli, interpellato ai microfoni di TuttoMercatoweb – E’ chiaro che siamo un po’ preoccupati per la situazione (…) stavolta sentiamo proprio di aver finito il nostro tempo a Livorno. Nessuno vuole abbandonare il club, se dovesse saltare la trattativa una soluzione si troverà, ma dopo tre mesi lunghi ed estenuanti, oltre che dispendiosi per noi e per Yousif, trovo strano che qualcosa non vada in porto: comunque sono i legali a portare avanti il tutto, attendiamo notizie entro il 3 giugno”.