Back

Stallo Livorno. Yousif: se ci sei, batti un colpo. E la serie B vuole ripartire

Condividi questo:

Majd Yousif nei giorni scorsi aveva indicato il 10 maggio come data buona per il passaggio di mano della società amaranto. Ma cosi non è stato. Alcune fonti locali indicavano la data di ieri, 11 maggio, come quella giusta per il closing. Ma così non è stato. Secondo le ultime indiscrezioni sembra che l’imprenditore olandese punti a chiedere entro il fine settimana, ma visto quanto abbiamo appena detto, le date e le scadenze sicure non esistono.

La palla è nelle mani di Yousif, perché al momento le condizioni sono chiare e non è più un problema di dettagli da limare, visto che proprio l’acquirente ha confidato di aver accettato le clausole proposte dal presidente Spinelli e di essere d’accordo anche sul fatto di versare la fideiussione il 15 giugno e non il 29. Questo perché, se poi la trattativa non dovesse andare in porto, Spinelli avrebbe comunque tempo fino al 22 giugno per iscrivere la squadra al campionato e depositare i documenti in Lega, sempre che dopo le ultime dichiarazioni il presidente amaranto non lasci le chiavi al Sindaco Salvetti, in caso di fumata nera con Yousif.

Dicevamo che la situazione adesso dipende praticamente solo da Yousif. Le condizioni per acquistare il Livorno ci sono, le clausole sono accordate, mancano solo i fatti. Uno in particolare. Vale a dire il versamento dei 500mila euro di caparra che Yousif deve pagare alla famiglia Spinelli. Ovviamente finché il bonifico non arriva sul conto di Spinelli non può esserci la firma. L’imprenditore olandese sembra abbia garantito che quei soldi arriveranno tra oggi ed il fine settimana. Per adesso la tattica attendista di Yousif ha pagato, visto che il prezzo di acquisto del Livorno è sceso rispetto ai primi accordi di febbraio.

Ma adesso serve il passo decisivo. Per poter programmare nel migliore dei modi la prossima stagione e per fugare tutti i dubbi che stanno aleggiando tra i tifosi amaranto in questo periodo di stallo.

Per il bene del Livorno: Yousif, se ci sei, batti un colpo.

CAPITOLO CAMPIONATO

Secondo la Gazzetta dello Sport, il Livorno dovrebbe tornare ad allenarsi il 18 maggio al Centro Coni di Tirrenia e l’albergo dovrebbe essere scelto tra Tirrenia o Livorno.

Per quanto riguarda la ripartenza del campionato, la Serie B ci crede e l’arrivo dell’estate potrebbe essere una chiave importante in quest’ottica. I punti focali sono tre. Il primo riguarda la deadline del 2 agosto che riguarda, però solo la serie A, visto che eventualmente la serie B potrebbero giocare i playoff e playout oltre questa data. Il secondo aspetto da tenere d’occhio sono i ritiri, per i quali è stata specificato possano bastare due settimane, così da ridurre le spese per l’albergo che inizialmente erano state stimate tra gli 80 e i 120 mila euro per ogni società. Rimarrebbero ovviamente i costi per realizzare gli esami sanitari (tamponi, test sierologici, visita cardiologica, valutazione polmonare) per tutti i giocatori ed i componenti dello staff. Qui, la serie B chiede un aiuto alla Lega in modo da aiutare questa ripartenza. Il terzo e ultimo punto è legato al rischio di positività: un caso in corsa fermerebbe il campionato, come per la serie A, che in quel caso non avrebbe più date per poter andare in porto nei tempi previsti.

Anche sotto questo punto di vista, i prossimi saranno giorni caldissimi, in cui dovrebbero arrivare le novità per permetterci di capire se e come si concluderanno i due principali campionati italiani di calcio.