Back

Spinelli al CdS: “Se salta trattativa con Yousif, chiavi al sindaco. Se riparte la B, noi a Reggio Calabria”

Condividi questo:

Dopo qualche giorno di calma piatta, il presidente Aldo Spinelli è tornato a parlare della trattativa per la cessione della società e lo ha fatto a modo suo. Senza mezzi termini, una sparata secca, forse per mettere alla prova l’acquirente Majd Yousif. Queste le parole del numero uno amaranto al Corriere dello Sport:

Da parte di Yousif non è pervenuta alcuna comunicazione, ma se questa trattativa non sarà conclusa entro il 30 giugno chiuderò i battenti e consegnerò le chiavi al sindaco Luca Salvetti. Non iscriverò il Livorno al prossimo campionato.

Anche sul tema dell’eventuale ripartenza del campionato cadetto, Spinelli sin da subito si è dichiarato contrario, soprattutto per la situazione di difficoltà che stanno vivendo le regioni del nord Italia. Ma se dai piani alti arriverà l’incipit per riprendere la stagione, il presidente ha una proposta: “Se proprio dobbiamo ripartire, dico a tutti i presidenti di andare a giocare al Sud dove i contagi sono molto più bassi. Il Livorno è pronto a farlo, prenotando un albergo a Reggio Calabria. Sicuramente ci dovrà essere un contributo dalla Lega per sostenere le spese, oltre al nulla osta della commissione sanitaria e del governo, perché un presidente non può prendersi la responsabilità di mandare la squadra in campo”.

Il Sindaco Salvetti è stato ancora una volta tirato in ballo da Spinelli sulla questione della cessione societaria

ATTESA PER IL 10 MAGGIO

Majd Yousif è ormai atteso in Italia, con un volo da Rotterdam, per domenica 10 maggio, come da lui dichiarato nei giorni scorsi. La situazione ovviamente rimane ancora strettamente legata all’emergenza coronavirus e ai tanti interrogativi su cosa l’imprenditore libanese potrà fare una volta in Italia. Bisogna fare riferimento al decreto del 17 marzo che in caso di “compravate esigenza lavorative” prevede 72 ore, più ulteriori 48 in caso di necessità, per sbrigare la pratica. In pratica Yousif arrivano in Italia domenica, avrebbe tempo fino a mercoledì o al massimo venerdì. In base alle ultime disposizioni, sono consentiti anche gli spostamenti da una regione all’altra per esigenze lavorative e quindi l’acquirente del Livorno non avrebbe problemi per eventuali spostamenti tra Livorno, sede della Sharengo e Genova dove si terranno gli incontri con Spinelli.

Sulla trattativa restando ancora da limare alcuni dettagli, uno tutti la percentuale del 25% che Spinelli vuole sull’eventuale rivendita fino al 2022 dei giocatori oggi sotto contratto con il Livorno. Una clausola che a Yousif non piace, ma come abbiamo spiegato nei giorni scorsi si parlerebbe di cifre relativamente basse, rispetto a quelle che circolano nel calcio moderno, perché il Livorno non ha giocatori di grande valore sotto contratto.

La sensazione è la stessa dei giorni passati. Se da parte di Yousif c’è la volontà di chiudere, questa volta le condizioni ci sono e all’inizio della prossima settimana è il momento giusto per dimostrare questa volontà di diventare il nuovo presidente del Livorno. Non c’è più tempo per aspettare. La trattativa, in un verso o nell’altro, si decide nei prossimi giorni.