Back

Livorno, clamoroso Spinelli: “Calleri può acquistare il Livorno, Yousif non si è più fatto sentire”

Condividi questo:

Questa mattina è apparso un articolo sulle pagine de Il Corriere dello Sport che riguarda in prima persona il Livorno e in particolare il Presidente Spinelli. Sul giornale romano, infatti, è presente una breve intervista rilasciata dal patron amaranto che parla della situazione societaria e della gestione della squadra in questi difficili momenti “da Coronavirus”.

La notizia

Il presidente in questi giorni a casa come la maggior parte degli italiani ci tiene a precisare che lavora lo stesso, senza sosta. Per quanto riguarda il fronte relativo al Livorno Calcio, Spinelli sorprende tutti:

“Ieri ho parlato con Gian Marco Calleri che si trova a Montecarlo, è pronto e disposto, con il figlio Riccardo, ad entrare in società. Sono a disposizione per dargliela e c’è già stato un accordo di massima, ma prima è giusto conoscere quali saranno le decisioni prese da Majd Yousif.

Non si è fatto più vedere e neppure sentire, può aver trovato delle difficoltà trovandosi all’estero, ma il suo socio a Livorno potrebbe dire qualcosa di preciso. Ad ogni modo la famiglia Calleri è pronta a prendere la società se saltasse la trattativa con l’imprenditore olandese.”

da Il Corriere dello Sport del 22-03-2020
L’articolo pubblicato sull’edizione odierna (22/3/20) de Il Corriere delloSport

Il personaggio

Chi è Gian Marco Calleri? L’uomo, che secondo Spinelli sarebbe pronto ad acquistare il Livorno, è noto alla cronache nazionali per essere stato prima il presidente della Lazio e poi del Torino. Calciatore professionista che ha dovuto abbandonare in gioventù per problemi fisici, è diventato imprenditore e proprietario di molte azienda, la più famosa la “Mondialpol”, società che opera nel settore di vigilanza e trasporti. Dopo le avventure nel calcio italiano, Calleri ha rilevato la società svizzera del Bellinzona per rivenderla, e da tempo si era ritirato dal calcio sistemandosi a Montecarlo e lasciando la gestione delle aziende al figlio Riccardo.

La squadra

Secondo le ultime indiscrezioni, alcuni giocatori del Livorno avrebbero chiesto di lasciare la città in seguito all’esplosione del Covid19. Spinelli si esprime così: “Alcuni, tra i quali Silvestre, sono stranieri, altri italiani. Se ne stanno occupando il ds Cozzella ed il segretario Bini, staremo a vedere quali saranno gli sviluppi. Noi il mese di febbraio lo abbiamo pagato, mentre altre società senza introiti sono in grande difficoltà e rischiano di sparire. I calciatori sono considerati lavoratori e andranno messi in cassa integrazione. Il campionato non è più regolare, per cui bisogna fare una divisione fra le venti squadre per chi farà i playoff e chi i playout.