Back

Matilda, sei mitica! Talluri rimonta con finale Gold ai Mondiali Laser Radial in Australia

Condividi questo:

Matilda, sei mitica! Così recitava il titolo di una celebre pellicola anni ’90: un aggettivo che ben si applica anche all’impresa compiuta dalla ‘nostra’ Matilda Talluri, capace di rimediare a un avvio non proprio brillante con un’ultima giornata da urlo che le ha consentito di entrare tra le migliori finaliste ai Mondiali Laser Radial femminili in corso di svolgimento al largo delle coste australiane, in quel di Melbourne

Complici anche le prime tre giornate contraddistinte da un meteo particolarmente infelice, almeno per quanto concerne le competizioni veliche (bonaccia e poco vento i primi due giorni, pioggia il terzo), la timoniera fiorentina, adottata sportivamente da qualche anno dal Circolo Nautico Livorno, ha faticato non poco per esprimersi al meglio nell’unica prova quotidiana (sulle due previste) disputata.  89esima al debutto, scivolata addirittura al 92esimo posto nel day 2, la giornata del martedì ha cominciato a segnare la progressiva rimonta della Talluri: un diciottesimo posto l’ha rilanciata al 76esimo posto della classifica assoluta, con il capolavoro completato poi al mercoledì, nella giornata supplementare forzata per regolamento, quando si sono potute disputare tutte e tre le regate previste per completare il quadro delle qualifiche (vento forte, 20 nodi di base con raffiche a 25 nelle prime due prove di batteria, poi calato a 16-17 nella terza e ultima). 

La Talluri impegnata tra le onde

Un 23esimo ma soprattutto i successivi nono e 16esimo posto hanno consentito alla 20enne livornese di centrare un’insperata 49esima piazza, utile per l’accesso alla finale Gold, consentito alle prime 54 delle 105 ragazze complessivamente al via.  Un risultato straordinario per la Talluri, esordiente in questa competizione, che sarà in buona compagnia già oggi per giocarsi ulteriori chances di rimonta nelle Finali previste sino a domani: con lei, la veneta Silvia Zennaro (Fiamme Gialle, ex olimpica a Rio 2016) che partirà dal 38° posto (21esima per nazione, escludendo le atlete con la stessa bandiera). La formula adesso prevede 6 prove in due giorni nella baia di Port Phillip e soprattutto la possibilità, dalla decima prova in poi, di scartare anche il secondo peggiore risultato: un calcolo che è in grado di rivoluzionare la classifica. 

“Sono contenta di essere riuscita ad entrare in Gold dopo una partenza pessima e due prove oltre il quarantesimo posto. È stata una giornata impegnativa con un bel vento forte da Sud-Sud-Ovest. Il livello della flotta è alto e domani lo sarà ancora di più in finale con le migliori al mondo, ma io non vedo l’ora di regatare, mettermi in gioco e apprendere il più possibile!”

La felicità espressa dalla Talluri al sito della Federazione Italiana Vela

📸 Jon West Photography