Back

Pielle, ancora uno stop (Gold). In Silver sorride solo l’U.S: Livorno

Condividi questo:

🏀 Un’altra pioggia di triple si abbatte sulla PIELLE LIVORNO che, dopo la sconfitta interna maturata domenica scorsa contro l’Abc Castelfiorentino (neo capolista), è costretta ad arrendersi pure sul campo della Sibe Prato, trascinata dal tandem Danesi-Staino, autori in coppia di 53 punti e di ben 11 canestri da 3 punti.
Un match che per oltre 30 minuti ha vissuto di grande equilibrio (21-22, 41-39, 60-58 i parziali dei primi 3 quarti), in attesa di un blackout biancoazzurro, ancora una volta sul più bello, quando i ragazzi di coach Andrea Da Prato erano riusciti a mettere il muso avanti (53-56). Poi, sfruttando la giornata di grazia dei suoi esterni, la Sibe in un amen si è risvegliata a +11 certificando l’allungo decisivo che la Pielle, nel finale, è riuscita parzialmente a rintuzzare salvaguardando almeno il vantaggio nella differenza canestri (80-70 il punteggio dell’andata).
Una prova positiva (6 elementi in coppia cifra), macchiata da 3 minuti di buio totale che hanno permesso alla truppa di Pinelli di mettere la freccia ed aggiudicarsi la posta in palio. Una sconfitta, dolorosa, alla luce dell’imminente trasferta sul campo della Amen Arezzo (due punti sotto alla Pielle) e di una classifica cortissima sia verso l’alto, ma soprattutto verso il basso.

Sibe Prato-PIELLE LIVORNO: 87-81
PIELLE: Creati 2, Di Sacco, Burgalassi 11, Magni 18, Nannipieri ne, Baroncelli 11, Bonaccorsi 2, Stolfi 10, Fantoni 13, Dell’Agnello 14. All. Da Prato, Fini.
Parziali: 21-22 (21-22), 41-39 (20-17), 60-58 (19-19), 87-81 (27-23

Bene per 35 minuti la Toscana Food Don Bosco, in attesa di crollare, nel quarto periodo, al cospetto della Amen Arezzo sorretta dall’esperienza e dal talento del trio De Bartolo-Cutini-Tenev: i ragazzi di coach Marco Aprea rimangono a contatto grazie alle giocate di un sempre più positivo Korsunov e alla buona prova dell’esordiente Tintori, 9 punti e ampissimi margini di miglioramento.

Toscana Food Don Bosco Livorno-Amen Arezzo: 59-74
TOSCANA FOOD: Mori A., Creati 1, Onojaife 5, Ense, Mencherini 14, Bechi 8, Kuuba 7, Korsunov 15, Mazzantini, Tintori 9, Paoli. All. Aprea.
Parziali: 17-12, 31-32, 50-54, 59-74

In Serie C Silver, e in generale nell’intero quadro del weekend, l’unico sorriso del basket labronico lo (ri)porta l’U.S. Livorno, vittoriosa fra le mura amiche contro l’Audax Carrara di Izio Giusti (mvp Spinelli con 25 punti). Semaforo rosso per la Opus Libertas 1947, alla seconda sconfitta consecutiva e al momento fuori dalla griglia playoff, e per la Liburnia per mano di Valdera.

U.S. Livorno-Audax Carrara: 77-64
U.S. LIVORNO: Casavecchia 12, Congedo 7, Ghezzani 7, Lenzi 9, Mealli 10, Puoti, Spinelli 25, Stocchetti, Vukich 5, Zucchelli 2. All. Cerri.
Parziali: 15-19, 34-34, 54-41, 77-64

Libertas Liburnia-Pall. Valdera: 70-77
LIBERTAS LIBURNIA: Giachetti ne, Muzzati 18, Viacava 10, Bernardini (cap.) ne, Artioli 17, Fiore 13, Baroni 4, Venni 2, Minuti 4, Ferretti 2, Razzauti ne. All. Castiglione.
Parziali: 18-20, 38-42, 59-61, 70-77

Juve Pontedera-Opus Libertas 1947: 90-79
OPUS LL1947: Bertolini 7, Malfatti 19, Marini 12, Melosi 19, Colley 1, Ristori, Bongini ne, Niccolai 14, Vivone 4, Ciardi ne, Lulli 3, Salvadori ne. All. Vicenzini.
Parziali: 23-17, 40-29, 67-54, 90-79